Estratti della Norma Austriaca
Estratti della Norma Austriaca O-NORM B 3355

Gli estratti della normativa austriaca, di seguito riportati, costituiscono parte integrante del contratto Aquapol (per l'utilizzzo di dipositivi per la risoluzione dell'umidità di risalita) per il prosciugamento dei muri dall’umidità da risalita, e facilitarne la comprensione ad una pluralità di soggetti. Ogni approfondimento  e consultazione integrale dei testi delle Leggi sono disponibili presso l'Istituto delle norme austriaco in Vienna, Hienestrasse n. 38, CAP 1020.

NORMA AUSTRIACA O-NORM B 3355 - Edizione 1999-06-01
Prosciugamento delle murature, diagnosi delle opere edili e nozioni di base per la progettazione.

3.2.1. Punti di estrazione e di misurazione

In linea di principio, il prelievo dei campioni dovrà essere eseguito in modo da rispecchiare il materiale edile impiegato, lo stato in cui si trova la costruzione e i danni relativi. Per le misurazioni di controllo, i campioni dovranno essere prelevati da zone intatte del muro preferibilmente ad una profondità di almeno 10 cm e ad un'altezza di circa 30 cm dal livello definito di impermeabilizzazione. Per le misurazioni successive di controllo, ai sensi del paragrafo 5.3.1., sono da privilegiare le aree di prelievo su cui sono state eseguite le prime misurazioni.

3.2.2. Caratteristiche del campione
Il prelievo dei campioni potrà essere effettuato eseguendo dei carotaggi nel muro (farina di foratura…). I campioni devono essere protetti da ogni contatto con altre fonti di umidità estranee a quelle del muro. Per ciò che riguarda i campioni prelevati per la determinazione del grado di umidità, nel punto di contatto, lo strumento utilizzato per il prelievo non dovrà superare il calore delle mani.

3.2.3. Documentazione sulla campionatura
Il punto di prelievo viene  annotato indicando area, altezza, e profondità.
Occorre registrare inoltre: il materiale oggetto della campionatura, il tipo e il momento dell'estrazione, le condizioni climatiche e la data dell'estrazione, la descrizione dell'immobile, ….

3.3.1. Grado igrometrico F
Ai fini della determinazione del grado di umidità si dovranno utilizzare i campioni estratti in base a quanto indicato al punto 3.2.2. come la farina di foratura… Per la determinazione del grado igrometrico si utilizzerà il metodo Darr: i campioni vengono pesati, essiccati a 105 gradi fino al raggiungimento della costanza di massa e successivamente sottoposti ad una seconda pesatura…

F = mf - mtr x 100 (in percentuale della massa)
          100
mf = massa del campione prima dell'essiccamento (g)
mtr = massa del campione dopo l'essiccamento (g)

3.3.3. Assorbimento idrico massimo: W max
Per la determinazione dell'assorbimento idrico massimo, servirsi di un granulato da 4/16 mm… La rilevazione va eseguita dopo 48 ore dall'immersione in acqua sotto pressione atmosferica (livello minimo della copertura dell'acqua: 2 cm).  Servirsi di acqua deionizzata.
Dopo l'immersione, essiccare come indicato al comma 3.3.1 fino al raggiungimento della costanza di massa. Infatti dopo l'assorbimento dell'acqua, il granulato è conforme al comma 3.3.1, e da quel punto in poi si procede ad asciugarlo fino al raggiungimento della costanza di massa.

3.3.4. Grado di penetrazione dell'umidità D
Il grado di penetrazione dell'umidità D è calcolato considerando il contenuto d'umidità F, e l'assorbimento (W max). Esso calcola la percentuale dei pori accessibili (n.d.t. pori che potenzialmente potrebbero essere pieni d'acqua) che sono effettivamente pieni d'acqua:

D =     F        x 100 (in percentuale)   
      Wmax

4. Pianificazione del risanamento
Indicare le precauzioni indispensabili per il prosciugamento murario.
(vedere AQUAPOL - dispositivo per risoluzione del'umidità di risalita - Tecniche di risanamento)

5.3 Efficacia delle misure
La campionatura deve essere conforme al punto 3.2.1 (di cui sopra).

5.3.1. Efficacia d’ intervento contro l'umidità capillare di risalita.
Gli interventi di impedimento o limitazione dell'umidità capillare di risalita si considerano efficaci quando: il grado di umidità residuo delle mura prosciugate è inferiore al 20% (umidità residua della parete).
Su campioni di foratura estremamente salati, l'umidità igroscopica deve essere accertata a 20° C, con un umidità relativa dell'85%, ed il grado d'efficacia deve essere calcolato in base al paragrafo 5.3.1. (non vanno considerate nel calcolo aree di umidità da condensazione, umidità vagante, superfici acquose e simili; vedere pagina 6 in questo brochure)

5.3.2. Efficacia di tutti gli interventi eseguiti
L'efficacia di tutti gli interventi eseguiti è data dal raggiungimento dell'obbiettivo pianificato entro il periodo di tempo stabilito.

O-NORM EN ISO 12570/ Edizione: 2000-07-01
Determinazione del grado igrometrico di materiali e prodotti di costruzione mediante essiccazione ad elevata temperatura.

Requisiti minimi di efficacia di uno sbarramento orizzontale contro l'umidità considerando anche le necessarie Misure di Accompagnamento in base alla legge austriaca B-3355
(meccanico, chimico, elettro-fisico, magneto-fisico)
Grado di penetrazione dell'umidità in un mattone

1 m3 di muro in mattoni pesa circa 1600 Kg. Circa il 30% del suo Volume è composto da pori d'aria. I pori d'aria sono riempiti completamente d'acqua. In questo caso il grado di penetrazione dell'umidità di risalita è del 100%. I pori d'aria sono riempiti d'acqua per il 50%. In questo caso il grado di penetrazione dell'umidità di risalita è del 50% I pori d'aria sono riempiti d'acqua per il 20%. In questo caso il grado di penetrazione dell'umidità di risalita è del 20%.